Operappartamento / Residenza

a cura di Elisabetta di Terlizzi, Francesco Manenti, Emanuel Rosenberg / Progetto Brockenhaus

 

L’Osservatorio Critico di Altofest 2013 ha deciso di assegnare la creazione dell’OPERAPPARTAMENTO 2014 a:

Elisabetta di Terlizzi – Progetto BROCKENHAUS

con la seguente MOTIVAZIONE:

Per un lavoro mirabile e compiuto sulla presenza e sulla vita pasoliniana; per la capacità di donare vita nuova e altra a cortili, terrazze, antichi conventi, stradine, caseggiati; per aver dato luogo ad un’opera che non è, o non è solo, esibire, ma è fare assieme. “Pasoliniana” è un’opera poetica, nel senso originario, greco della parola, è il fare, nel senso di rendere materialmente visibile il pensiero di un Pasolini vivo che si intreccia ai vissuti e si legge sui visi. Progetto Brockenhaus vive i luoghi e le persone “colorandoli” non tanto dei personaggi pasoliniani quanto della sua essenza profonda, quella malinconia tormentata che abbraccia la vitalità.

operappartamento 2014_4
operappartamento 2014_2
operappartamento-2014_3
operappartamento 2014_1

 

IIIOPERAARTISTLINK

OPERAPPARTAMENTO 2014

PROGETTO BROCKENHAUS (CH)

Compagnia di respiro internazionale. Un collettivo di sei artisti implicati in qualità di interpreti e creatori, che provengono dal mondo della danza, del teatro e del circo. Una poetica caratterizzata da un forte impatto visivo. Dal 2008 il Progetto Brockenhaus è Artista Associato Sosta Palmizi.

3 soldi_LABIRINTO

ispirato a “L’opera da tre soldi” di Bertold Brecht.

Cos’è l’identità? Che significa smarrirsi? Che cos’è la dignità? Cos’è il labirinto? Il labirinto è lo spazio che ci circonda. Potrebbe essere la città, lo spazio del giardino o del bosco. Potrebbe essere lo spazio in cui scompariamo, ci perdiamo. E una cosa che ha a che fare con la possibilità di capire la vita. (Giuseppe Penone)

 

3 soldi_labirinto

ideazione, direzione, allestimento

a cura di: Elisabetta di Terlizzi, Francesco Manenti, Emanuel Rosenberg

in collaborazione con Laura Pennisi

ispirato a “L’opera da tre soldi” di Bertold Brecht.

Cos’è l’identità? Che signifca smarrirsi? Che cos’è la dignità? Cos’è il labirinto?

Il labirinto è lo spazio che ci circonda. Potrebbe essere la città, lo spazio del giardino o del bosco. Potrebbe essere lo spazio in cui scompariamo, ci perdiamo. E una cosa che ha a che fare con la possibilità di capire la vita. (Giuseppe Penone)

 

 

Il Progetto Brockenhaus è una compagnia italo-svizzera di teatrodanza con sede a Bidogno, Lugano

(CH). E’ un collettivo di sei artisti implicati in qualità di interpreti e creatori che provengono dal

mondo della danza, del teatro e del circo. Collabora con diverse compagnie di teatro e di danza

svizzere e italiane oltre ad essere autori di lavori propri. Si sono incontrati grazie alla loro comune

passione per il lavoro sul corpo e collaborando con il coreografo Giorgio Rossi/Sosta Palmizi e la

regista Teresa Ludovico/Teatro Kismet Opera. Le produzioni della compagnia hanno partecipato a

festival nazionali ed internazionali. Nel 2014 collabora con Dimensioni Parallele Teatro nel

progetto/ spettacolo “Del Bene, Del Male” con la regia di Stefano Cenci. Dal 2008 il Progetto

Brockenhaus è Artista Associato Sosta Palmizi.