Palermo

In Utero

Ho immaginato i nostri pensieri come dei circuiti che fluiscono liberamente dando vita a delle idee, che successivamente prendono una forma. Volevo sottolineare una parte molto importante del nostro corpo, che aiuta ad identificare l’uomo attraverso ciò che lui pensa e di conseguenza nelle sue azioni

Anita Artura Agresta nasce a Palermo il 30-01-1981, frequenta l’Istituto Statale D’Arte di Cefalù, dove consegue il diploma nel settore Oreficeria e Metalli.
Nel 2003 si trasferisce a Napoli per iscriversi all’Accademia Delle Belle Arti ,all’indirizzo Pittura, per poi specializzarsi in Grafica D’Arte con il massimo dei voti nel 2010. Tra gli anni universitari dal 2005-2010 l’artista insieme ad altri artisti ha collaborato alla nascita del  Gruppo NABAN, che ha proposto vari progetti artistici ed eventi culturali nel territorio campano e non solo.

Nel 2010 lascia NABAN  per poter proseguire la sua ricerca artistica a livello individuale.
Nei suoi lavori sono presenti vari linguaggi visivi come la pittura, l’installazione video e la performance.
Attualmente vive e lavora a Napoli

La mia ricerca artistica studia gli aspetti dell’inconscio. Il corpo, le installazioni,i video e la parte grafica, tentano un’azione di analisi tra lo spazio esterno e quello interno (inconscio).
Strati e stati d’animo, ricerca continua di emozioni ricerca continua di se stessi, visioni oniriche che filano la realtà che vivo, rimandi all’infanzia, viaggi, simboli, oggetti, tutto ciò che comporta l’esistere.
In alcuni casi , il pubblico, è invitato a compartecipare attivamente al processo autoanalitico sopracitato. Il fruitore diviene così parte integrante dell’opera e la ricompone in base ai propri parametri cognitivi e al proprio vissuto.